Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

internationales literaturfestival berlin: Giulia Caminito, L'acqua del lago non è mai dolce

Data:

16/09/2022


internationales literaturfestival berlin: Giulia Caminito, L'acqua del lago non è mai dolce

#italienliest

Giulia Caminito, L'acqua del lago non è mai dolce

Odore di alghe limacciose e sabbia densa, odore di piume bagnate. È un antico cratere, ora pieno d’acqua: è il lago di Bracciano, dove approda, in fuga dall’indifferenza di Roma, la famiglia di Antonia, donna fiera fino alla testardaggine che da sola si occupa di un marito disabile e di quattro figli. Antonia è onestissima, Antonia non scende a compromessi, Antonia crede nel bene comune eppure vuole insegnare alla sua unica figlia femmina a contare solo sulla propria capacità di tenere alta la testa. E Gaia impara: a non lamentarsi, a salire ogni giorno su un regionale per andare a scuola, a leggere libri, a nascondere il telefonino in una scatola da scarpe, a tuffarsi nel lago anche se le correnti tirano verso il fondo. Sembra che questa ragazzina piena di lentiggini chini il capo: invece quando leva lo sguardo i suoi occhi hanno una luce nerissima. Ogni moto di ragionevolezza precipita dentro di lei come in quelle notti in cui corre a fari spenti nel buio in sella a un motorino. Alla banalità insapore della vita, a un torto subìto Gaia reagisce con violenza imprevedibile, con la determinazione di una divinità muta. Sono gli anni duemila, Gaia e i suoi amici crescono in un mondo dal quale le grandi battaglie politiche e civili sono lontane, vicino c’è solo il piccolo cabotaggio degli oggetti posseduti o negati, dei primi sms, le acque immobili di un’esistenza priva di orizzonti. Giulia Caminito dà vita a un romanzo ancorato nella realtà e insieme percorso da un’inquietudine radicale, che fa di una scrittura essenziale e misurata, spigolosa e poetica l’ultimo baluardo contro i fantasmi che incombono. Il lago è uno specchio magico: sul fondo, insieme al presepe sommerso, vediamo la giovinezza, la sua ostinata sfida all’infelicità.

Giulia Caminito è nata a Roma nel 1988 e si è laureata in Filosofia politica. Ha esordito con il romanzo La Grande A (Giunti 2016, Premio Bagutta opera prima, Premio Berto e Premio Brancati giovani), seguito nel 2019 da Un giorno verrà (Bompiani, Premio Fiesole Under 40) e da L'acqua del lago non è mai dolce (Bompiani 2021), finalista al premio Strega e vincitore del premio Campiello 2021.
(testo: Bompiani)

Con
Giulia Caminito

Moderazione: Giorgia Grimaldi
Legge: Karen Suender

Ven. 16 settembre 2022, ore 21:00
Haus der Berliner Festspiele, Schaperstr. 24, 10719 Berlin

In lingua italiana e tedesca

Un evento in collaborazione con: internationales literaturfestival berlin
www.literaturfestival.com 

Biglietti 
T. +49 01806 700 733
www.literaturfestival.com/ilb/tickets 

Giulia Caminito, Das Wasser des Sees ist niemals süß, übersetzt von Barbara Kleiner, Verlag Klaus Wagenbach, 2022; Orig.: L’acqua del lago non è mai dolce, Bompiani, 2021
 
ilb logo




Informazioni

Data: Ven 16 Set 2022

Orario: Dalle 21:00 alle 22:00

Organizzato da : internationales literaturfestival berlin

Ingresso : A pagamento


3052