Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Storia

 

Storia

Istituito con decreto ministeriale già alla fine del 1990 – immediatamente dopo la riunificazione ufficiale delle due Germanie e il ritorno della capitale federale a Berlino – l'Istituto Italiano di Cultura di Berlino ha iniziato la sua attività nel 1992.

La sua prima sede (indirizzo: Hiroshimastraße 1) fu costituita da alcuni spazi dell'allora Consolato Generale d'Italia, collocato nell'unica ala restaurata (negli anni '50) dello storico edificio dell'Ambasciata d 'Italia, edificato fra il 1938 ed il 1943 nel "quartiere diplomatico" dislocato lungo il margine meridionale del grande parco del Tiergarten, nell'ambito della politica di collaborazione fra i due paesi dell'Asse.

Nel 1996 l'Istituto fu trasferito nell'ala est del medesimo edificio, in spazi (indirizzo: Hildebrandstraße 1) che furono appositamente restaurati e che garantivano la divisione dello spazio in due aree, riservate rispettivamente al pubblico ed agli uffici.

Nel 1999 – con l'inizio dei lavori di restauro di tutto l'edificio condotti dal ministero degli Esteri in funzione del ritorno della sede dell' Ambasciata da Bonn a Berlino – l'Istituto si trasferì in un'altra sede, sita in un edificio moderno nelle immediate vicinanze di Potsdamer Platz (indirizzo: Askanischer Platz 4). Tale sede – grazie anche ad una funzionale articolazione degli spazi interni – ha garantito all'Istituto il lancio di un'immagine moderna e dinamica, che ha contribuito non poco alla promozione della sua azione nella città.

Nel luglio del 2003, infine, l'Istituto è potuto ritornare negli spazi ed esso destinati (indirizzo: Hildebrandstraße 2) nell'edificio storico – nel frattempo completamente ristrutturato e restaurato – dell'Ambasciata d'Italia.

Questa sede – divisa fra gli spazi per gli uffici al pianterreno e quelli invece destinati al pubblico al terzo piano – riceve una sua particolare visibilità anche dal grande interesse, esistente nella città di Berlino, nei confronti di questo superstite edificio storico della grande capitale d'anteguerra.


36